Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
Il primo computer quantistico disponibile per chiunque
Il primo computer quantistico disponibile per chiunque
Inviato da Roby94 30/01 20:37
commenti (4)

Aggiungi un commento

Inserisci il tuo commento qui
Esegui il login oppure registrati per inviare commenti
  • Io credevo di essere l'unico qui a nuotare nell'ignoranza in questo argomento. Ma il sito linkato, cosa si propone proprio praticamente di fare? Comunque ho sentito dire da alcuni che se i computer quantistici venissero effettivamente implementati, si potrebbe buttare nel cestino qualunque diploma/laurea in informatica. Che mi dite?
  • L'IBM ha deciso di mettere a disposizione un computer quantistico a chiunque ne faccia richiesta, con tutte le limitazioni del caso; 5qbit a sessione di cui solo uno predisposto per l'entanglement. Fornisce un primo approccio a questo mondo cosi lontano dalla concezione comune di computer. Prima di questa iniziativa solo poche persone avevano la possibilità di interagire direttamente con un processore quantistico.
    Per quanto riguarda la questione dello sviluppo in informatica sono solo cavolate, l'impiego di algoritmi quantistici migliorano le prestazioni di una ristrettissima categoria di sistemi. Se cerchi opinioni di fonti autorevoli la maggior parte propongono un futuro dove un processore tradizionale sarà affiancato da un processore quantistico che verrà sfruttato da una ristretta cerchia di algoritmi. è probabile che poche persone si troveranno a sviluppare algoritmi che abbiano direttamente a che fare con i qbit vista la complessità matematica dello sviluppo degli stessi. example https://en.wikipedia.org/wiki/Grover%27s_algorithm
  • Ottima occasione per lanciare la mia domanda preferita: chi mi spiega che ci faccio con questi computer quantistici, in parole semplici e senza generalizzazioni del tipo "funziona in maniera diversa" o "invece di avere 0 e 1, puo' avere valori di 0, 1 o entrambi allo stesso tempo"?
  • Ho voluto chiedere a Google cosa può effettivamente fare un processore quantistico; ma gli articoli che si trovano cadono sempre nel banale, spiegandoti che a differenza con un architettura tradizionale sta semplicemente nell'uso di di particolari bit che "trasmettono più informazione" dato il principio di sovrapposizione degli stati. Gli esempi più particolari che trovi di impiego (sono sempre quei tre) la possibilità di fattorizzare numeri molto grandi in tempi pratici (rottura del RSA), generazione di numeri "realmente" casuali per quanto ne sappiamo (dando per vera la interpretazione di Copenaghen) e la capacità di scalare la complessità computazionale di algoritmi che si passano sulla ricorsione. Indubbiamente delle potenzialità notevoli di velocità ma se vogliamo dare un po' di credito alla matematica, non permette di fare nulla di più di un computer tradizionale, lo fa solo in modo diverso, più o meno velocemente. Credo che possa essere interessante questa serie di articoli che parla di quello che interessa veramente a noi, la programmazione: https://systems.closeupengineering.it/proviamo-computer-qua ...