Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
Android è Chiuso ma rimane nella filosofia open
PieroTofy.it Blog Blog sulla programmazione

26 Settembre 2011

  Android è Chiuso ma rimane nella filosofia open

Android, il noto sistema operativo per telefoni, ha di recente chiuso i battenti agli sviluppatori lasciando nell'oscurità la maggior parte del codice sorgente. dal punto di vista legale è tutto a posto ma dal punto di vista morale Google ha perso molti sostenitori, fra cui soprattutto programmatori che avevano dato una mano al progetto per essere successivamente sbattuti fuori.

Dall'altra parte c'è Apple, che i sorgenti se li tiene stretti senza neanche pensare di poter sviluppare software open source. La stessa Apple che vende 14 milioni di iPhone ma che passa metà del tempo ad architettare tecnologie belle quanto inutili. Non c'è che dire, la filosofia di Google rispetta molto di più la dignità degli sviluppatori, eppure un voltafaccia del genere fa male e come, per cui è megli stare attenti. le strategie di bigG sono sempre molto azzeccate, da Google Shopping che silenziosamente fa entrare a Google milioni al mese di bonus, fino ad arrivare a Google+, da molti ribattezzato "il social network dei non social" che a ben guardare è un complimento.

Per quello che riguarda quest'ultima mossa calcolata maler io credo che ci sia da rassegnarsi e da pensare che pur senza codice gli sviluppatori di android hanno una potenza di mercato superiore alla stessa Google, seppur ripartita per milioni di utenti. quello che conta non è il codice stesso (Google l'ha chiuso soprattutto alle aziende esterne, più che agli sviluppatori), ma la filosofia che Google porta avanti fin dalla prima volta che qualcuno ha cliccato su google.com per fare una ricerca rapida. quello che conta, è che google ci vuole bene.

Postato da Ht-never alle 13:27 | Commenti ( 0 )

Aggiungi un commento

Inserisci il tuo commento qui
Esegui il login oppure registrati per inviare commenti