Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
Gli studenti italiani si piazzano primi alle «olimpiadi del software» di Microsoft
Paper

Gli studenti italiani si piazzano primi alle «olimpiadi del software» di Microsoft

Anche quest'anno l'Italia ha lasciato il segno all'Imagine Cup di Microsoft. Alle finali mondiali di queste «olimpiadi del software» - che hanno coinvolto centinaia di migliaia di studenti nel mondo e che, alla sfida decisiva di San Pietroburgo, hanno visto partecipare un'ottantina di squadre in rappresentanza di oltre 70 nazioni - il TeamNameException, composto da studenti di Catania, Roma e Milano ha conquistato il primo premio nella categoria Windows 8 Challenge. Non solo: il loro progetto, «Ulixes», un software studiato per rendere sempre più interattiva e social ogni esperienza turistica, si è piazzato al secondo posto per il «Group Connected Planet Award», il premio promosso da Mail.Ru per le applicazioni incentrate sulla connettività e l'interazione sociale.

 

ITALIANI SUL PODIO - Una grande soddisfazione per Marco Rinaldi, Alessio Regalbuto, Luca Leone e Federico Tomasi e per il loro mentor Tony Leone che l'accesso alla finalissima lo avevano conquistato con una selezione online sfidando già in prima battuta i competitor di tutti i continenti. «E' un'emozione grandissima» dicono in coro i ragazzi. «Ci speravamo, perchè ci abbiamo lavorato tanto - commenta Alessio - e in questo modo viene ripagata la fiducia di tutti quelli che, in famiglia o all'università, hanno creduto in noi». «La soddisfazione poi è doppia - aggiunge Luca - perché il secondo trofeo è giunto inaspettato. Segno che tanta fatica non è stata inutile». «Ora però bisogna fare sul serio - interviene Marco -. L'applicazione è pronta ma bisogna diventare grandi e per questo una volta tornati in Italia inizieremo a presentarla a potenziali investitori». «Il potenziale del nostro progetto è enorme - conclude Federico -, speriamo che lo comprendano anche altri e che ci diano la possibilità di fare il passo successivo».

 

«APP SALVAVITA» - Tra gli altri risultati vanno segnalati il primo posto ottenuto dal team britannico Colinked nella categoria «Innovation», con il progetto «soundSynk», un app per smartphone che permette di mettere in condivisione diversi device al fine di far suonare loro contemporaneamente la stessa musica e condividere in network momenti di svago o di creare una vera e propria sinfonia; e quello del portoghese «Team for a better world» che nella categoria Wolrd Citizenship con il progetto che porta il loro stesso nome, hanno creato un'applicazione per salvare le vite di persone che in situazioni di emergenza hanno bisogno di trasfusioni di sangue.


Aggiungi un commento

Inserisci il tuo commento qui
Esegui il login oppure registrati per inviare commenti