Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
Zuckerberg: Lasciate che i bambini vengano a Facebook
Paper

Zuckerberg: Lasciate che i bambini vengano a Facebook

Fino a oggi, Facebook è formalmente vietato per coloro che hanno meno di 13 anni.

Nonostante i minori di quell'età con un profilo sul social network più famoso siano tutt'altro che rari, le regole prevedono che chi si registra affermi di avere più di 13 anni.

Il limite è stato imposto perottemperare alle leggi statunitensima evidentemente a Mark Zuckerberg sta stretto, visto che il fondatore di Facebook si è esposto in prima persona per chiederne l'abolizione.

Parlando a un incontro sul tema dell'educazione, Zuckerberg ha parlato di «benefici educativi» che deriverebbero dal permettere ai bambini di accedere al social network.

«La mia filosofia» - ha dichiarato Zuckerberg - «è che per l'educazione si deve cominciare a un'età molto, molto precoce».

«A causa delle restrizioni legali non abbiamo ancora cominciato questo processo di apprendimento» - ha continuato il giovane miliardario - «A un certo punto dovremo combatterle».

La proposta di Zuckerberg sta già sollevando moltissime perplessità, a partire da quelle di chi è preoccupato per eventuali episodi di cyberbullismo a chi teme che una volta cresciuti i bambini si pentano per quanto hanno ingenuamente condiviso, sino a quelle di chi vede tutto ciò come un mezzo per servire su un piatto d'argento tante preziose informazioni ai pubblicitari.


Aggiungi un commento

Inserisci il tuo commento qui
Esegui il login oppure registrati per inviare commenti
  • Dove arriveremo un domani... un vero scempio :( . Come può  facebook avere effetti "benefici educativi" ?? Facebook è il contrario dell' educazione , specialmente per i ragazzini che stanno crescendo. Delle volte , nei social network e in altri siti , passa l'immagine che in Internet "tutto è lecito" e magari un ragazzino non riesca a capire bene cosa è giusto e cosa no
  • Non capisco che centri Equilibrium
  • Cazzata abominevole, questo aumenta l'ignoranza dei ragazzini, il web è immenso, e i ragazzini che vedo in giro (primo superiore eh) associano internet a facebook. Se continuiamo di questo passo, non oso immaginare dove arriveremo...
  • secondo me il motivo è che i ragazzini hanno il click facile e sono molto più propensi di altri a cliccare negli annunci della colonna di destra....
  • «per l'educazione si deve cominciare a un'età molto, molto precoce».

    In che modo facebook dovrebbe educare i bambini?

    Altro che cambiare la legge, è vergognoso che un genitore lasci i propri figli di 13 anni a perdere le giornate su facebook, come fanno i loro fratelli maggiori.

    Semmai bisognerebbe rendere illegale che una persona con questi valori sia responsabile dell'educazione dei propri figli.

  • il "ragazzo" vuole solo guadagnare ancora di più ...
  • Certo , poi ti voglio vedere a programmare se prendiamo d'esempio Equilibrium.
    Comunque in disaccordo totale con  Zuckerberg .__. , sta impazzendo il ragazzo .
  • pessimo esempio -.-
  • assolutamente in disaccordo, un bambino corre enormi pericoli in un social network.
      Massimo dovrebbero fare qualcosa di MOLTO parent controlled
  • certo che se Facebook è considerato una fonte di educazione e Zuckerberg il fondatore, Galileo era uno stupido!!
    qualcuno di voi ha mai visto il film "Equilibrium"??
    un buon stereotipo della civilta futura..