Il Visual Basic (formalmente abbreviato VB) è un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti, la cui sintassi deriva dal BASIC.

Sviluppato dalla Microsoft, il Visual Basic è particolarmente noto per:

    * la sua semplicità d'uso (non utilizza formalità di punteggiatura tipica di quasi tutti gli altri linguaggi e la sintassi dei comandi segue una logica "minimalista");
    * il suo ambiente di lavoro RAD che permette di realizzare in breve tempo interfacce GUI anche complesse;
    * il pratico accesso alle basi dati;
    * la creazione di controlli ActiveX con il linguaggio stesso (nelle precedenti versioni si doveva usare il linguaggio C).

Tramite l'integrazione dei controlli VBX (nelle versioni a 16 bit), dei controlli OCX (presenti nelle versioni a 32 bit) e dei collegamenti OLE presenti nell'ambiente di lavoro o realizzati da altri programmatori è possibile ampliare le potenzialità del linguaggio, aggiungendo nei propri progetti nuove funzioni o funzioni più complete.

Il Visual Basic è stato (e lo è tuttora, anche se sta venendo lentamente soppiantato da Visual Basic .NET) uno dei linguaggi più utilizzati al mondo.
Il Visual Basic è stato progettato per essere utilizzabile da tutte le categorie di programmatori, sia principianti, sia esperti. Il progetto di base è una finestra standard di Windows vuota, che dispone solo dei pulsanti fondamentali riduci a icona, ingrandisci e chiudi. La finestra può essere, quindi, popolata con gli elementi tipici di cui sono costituite le interfacce dei programmi: pulsanti, caselle di testo, checkbox, ecc. Questi elementi vengono posizionati sulla finestra semplicemente utilizzando la tecnica del "drag and drop" (trascina e lascia); una barra degli strumenti mostra tutti i controlli che sono disponibili. La finestra e i controlli hanno delle proprietà, una serie di attributi che ne descrivono ogni caratteristica, e degli eventi, che sono richiamati quando l'utente e il sistema interagiscono con loro. Al momento della creazione di un controllo o di una finestra, le loro proprietà vengono inizializzate con dei valori predefiniti. Successivamente, i valori di alcune proprietà potranno essere cambiati "al momento" (design time) oppure durante l'esecuzione del programma (run time), creando così un'interfaccia dinamica.

Un'applicazione Visual Basic può essere formata da una o più finestre, o da una singola finestra che ne contiene altre (applicazione MDI). I controlli forniscono le funzionalità di base per l'applicazione; il programmatore potrà sfruttare queste funzionalità per eseguire calcoli o generare degli eventi e inserire logica addizionale negli eventi predefiniti. Per esempio, una ComboBox automaticamente visualizza la sua lista e permette all'utente di selezionare un elemento; un gestore di evento è chiamato quando un elemento viene selezionato. Qui il programmatore può scrivere il codice da eseguire sulla base dell'elemento selezionato.

In alternativa, un componente Visual Basic può non avere un'interfaccia utente, ma interagire con altri programmi implementando una serie di funzionalità. In questo caso parliamo di un processo lato "server" o di un modello "add-in".

Il Visual Basic ha creato il primo mercato commerciale di componenti riutilizzabili; esistono migliaia di componenti di terze parti disponibili per gli sviluppatori. Il Visual Basic rende semplice sviluppare e riutilizzare componenti, comunque non è semplice riutilizzare finestre create per un'applicazione all'interno di un'altra per la natura stessa del linguaggio.