===========================================================================
                     - La Notazione Ungherese nella Programmazione -
              
                         Scritto da cH!cus, Lunedi 13 Maggio 2006
                               eMail: thechicus@gmail.com
                             Sito: http://thechicus.nigx.net
        ===========================================================================

Quando si lavora in un azienda di software, o più semplicemente in un team di programmatori, il progetto che si sta sviluppando diviene molto arduo da sviluppare se non si trovano dei punti di incrontro tra i vari programmatori nella stesura del codice. Per esempio, provate a immaginare dei programmatori mentre lavorano insieme in un team. Per sviluppare il progetto in modolo facile ognuno di essi lavorerà ad un singolo modulo del progetto in corso. Una volta completati tutti i moduli allora viene il momento di mettere insieme il tutto per testare il programma. E qui è il punto. I programmatori, se inesperti o poco inteligenti, durante lo sviluppo dei moduli a cui lavorano non usano una NOTAZIONE uguale per tutto il team nel dichiarare le variabili, al 90% al momento di mettere insieme tutto succederà il caos più totale. Come ovviare? Esiste una notazione molto famosa per dichiarare le variabili e distinguerle per tipo nel codice del programma. Questa notazione si chiama Ungherese (Notazione Ungherese), e consiste nell'attribuire al nome di una variabile un prefisso per indicarne il tipo. Questo notazione è applicata nella dichiarazione di...


- Variabili
- Funzioni
- Tipi i Costanti
- Classi
- Parametri


NOTAZIONE UNGHERESE
=========================================================================================
PREFISSO         TIPO DI DATO
=========================================================================================
c         char
by               BYTE (unsigned char)
n                short or int (riferito a numeri)
i                int
x, y             short (usato generalmente per le coordinate)
cx, cy           short (usato per indicare la lunghezza di x o y, la c sta per "count")
b                BOOL (int)
w                UINT (unsigned int) oppure WORD (unsigned WORD)
l                LONG (long)
dw               DWORD (unsigned long)
fn               Puntatore a funzione
fp         Puntatore a file
s                Stringa
sz, str          Stringa terminata con il BYTE 0 (ovvero NULL)
lp               32-bit long pointer
h                Handle (usato per indicare Oggetti di Windows)
msg              Messaggio (Message)
=========================================================================================

-------------code-------------
/* Ecco degli esempi... */

int iArea;
int nAlberi, nRami;
FILE *fpDatabase;
HANDLE hWindow;

-----------end code-----------

Questo tipo di notazione è molto diffusa tra le aziende produttrici di software o semplici team di sviluppo. Anche Microsoft utilizza questo tipo di notazione. Basta fare un giro nell'MSDN di Microsoft e dare una lettura ai codici (senza sapere questa notazione è complicato capire codici microsoft (già è difficile di suo capirli XD)). Spero che l'articolo vi sia stato utile e che abbia arricchito il vostro bagaglio informatico. ;)

ciao!