Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
License Software - MPL

License Software

Capitolo 20° - MPL

<< Precedente Prossimo >>

Mozilla Public License

v 1.1 del 30/01/2018

 

La Mozilla Public License (MPL) rientra nella categoria delle licenze per il software libero. La prima versione (1.0) fu sviluppata a da una donna, Mitchell Baker, quando lavorava come avvocato alla Netscape Communications, la successiva versione (la 1.1) fu sviluppata quando era alla Mozilla Foundation.

CARATTERISTICHE

Essa è stata creata dalla NPL (Nescape Public License), che è una licenza di Software libero, che ha una clausola che permette al codice di essere ri-licenziato come codice proprietario, ma con una leggera modifica: la licenza ha caratteristiche copyleft, per assicurare che i contributi rimanessero open source.
Possiamo immaginare la MPL come un ibrido tra la BDS Modificata e a GNU General Public License, e viene considerata una licenza con copyleft debole.

A differenza dalle licenze con copyleft forte, si può creare e distribuire un'Opera Maggiore (che ha file con codice coperto e file con codice non coperto dalla licenza) sotto termini che si vuole, a patto che essi non siano in conflitto ai requisiti della licenza del software coperto.
Se l'opera maggiore è una combinazione di software coperto con un'opera disciplinata da una o più licenze secondarie, e il software coperto non è incompatibile con licenze secondarie, la MPL permette di distribuire ulteriormente tale software coperto sotto i termini di tale licenza secondaria, in modo che il destinatario del lavoro maggiore può, a propria discrezione, ulteriormente distribuire il software coperto sotto i termini della presente licenza o tale licenza secondaria. 
Non è permesso rimuovere o alterare la sostanza degli avvisi di licenza (comprese le note di copyright, brevetti, avvisi di garanzia, le esclusioni o limitazioni di responsabilità) contenuti nel codice sorgente del software coperto, ad eccezione dell'alterazione di avvisi di licenza nella misura necessaria per rimediare a note inesattezze fattuali.

Nella MPL 2.0 la sezione 3.3 fornisce un'indiretta compatibilità con la GPL 2.0, LGPL 2.1, AGPL 3 e le loro successive versioni.
Quando si riceve un'opera coperta da MPL 2.0, si può produrre un'"opera più ampia" con 2 tipologie di licenze. La sezione 3.3 permette infatti di distribuire il lavoro coperto da MPL con licenza GNU a patto di mantenere la licenza MPL per quel dato file. In altri termini: quando si crea da u opera con licenza MPL un'opera più ampia che ha anche licenze di tipo GPL, i file che erano sotto MPL avranno una doppia licenza, la MPL e la GNU. Solo ed esclusivamente quei file avranno la doppia licenza, lasciando libero l'utente di utilizzare qualsiasi delle due preferisca, il software "ampliato" avrà la licenza GPL scelta.

E bene specificare che questo è obbligatorio solo per chi per primo distribuisce il progetto più ampio. In caso di ri-distribuzione questo vincolo decade in forza delle libertà della GPL (questa restrizione è incompatibile con la GPL stessa). Per questo il consiglio degli esperti è che generalmente è buona norma ri-distribuire il software con le stesse licenze avute (anche se non obbligatorie), tranne che vi siano seri motivi per non farlo.

La MPL 2.0 permette anche la possibilità di impedire l'uso con altre licenze tramite l'apposizione della dicitura "Incompatibile con Licenze Secondarie". Il software in questione non risulta compatibile con le GPL.
E anche possibile "aggiornare" la versione della MPL, cioè se si acquisisce software coperto da MPL 1.1 si può usare la MPL 2.0, ma in questo caso attenzione! Se assieme alla MPL 1.1 non sono disponibili anche licenze GPL, si deve applicare la dicitura "Incompatibile con Licenze Secondarie" rendendo di comunque il software incompatibile con la GPL.

 

La versione MPL 2.0 è dichiarata compatibile sia con la Apache license, sia con alcune versioni della GPL (precisamente: GPL v2.0, GPLv2.1, AGPL v3.0 e versioni successive). Per questo, Inizialmente Mozilla Suite e Firefox furono rilasciate sotto licenze multiple (MPL, GPL e LGPL).

La MPL è considerata free software license FSF ed open source dalla OSI.

 

Versione 1.0: [Versione Ufficiale Inglese]

Versione 1.1: [Versione Ufficiale Inglese]

Versione 2.0: [Versione Ufficiale Inglese]

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

FONTI:

Wikipedia: Mozilla Public License

Sito Ufficiale: MPL

<< Precedente Prossimo >>
A proposito dell'autore

Basi di C, HTML e Assembler per microprocessori.