Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
License Software - Licenze Proprietarie

License Software

Capitolo 24° - Licenze Proprietarie

<< Precedente Prossimo >>

Licenze Proprietarie

v 1.0 del 19/12/2017

 

 

l software proprietario (o privato, non libero, o closed source) è un software la cui licenza è molto restrittiva.  Consente l'utilizzo del software sotto particolari condizioni e nega alcuni diritti come la modifica, la condivisione, lo studio, la ridistribuzione o l'ingegneria inversa. 
Le restrizioni sono imposte dal titolare dei diritti di sfruttamento economico, spesso coincidente con l'autore (ma questi diritti possono essere anche ceduti).
Oltre che limitazioni di natura giuridica, spesso il software ha limitazioni anche di natura tecnica (software è pubblicato soltanto in codice binario, DRM, KEY per attivare la versione completa ecc. ecc.).

Può capitare che un software venga distribuito sia con licenza libera che proprietaria. La spiegazione è semplice: la doppia licenza permette ai programmatori di utilizzare il codice per creare software proprietario.

Nella maggior parte dei casi con le licenze proprietarie non viene distribuito il codice sorgente, perché viene considerato un segreto commerciale (e quindi i proprietari vogliono mantenerlo per poterci lucrare). Ciò però non è sempre vero. Accade talvolta che i proprietari distribuiscano il codice sorgente dietro pagamento e la firma degli accordi di non divulgazione (NDA: Non-Disclosure Agreement). U esempio è il nuovo protocollo SSH, i cui sorgenti sono 
distribuiti dietro pagamento da Microsoft.

Il software proprietario abbandonato dal proprietario per qualsivoglia motivo (perché obsoleto oppure la software house fallisce ecc. ecc.) viene detto abandoware. Tale software mantiene comunque i diritti in mano al proprietario e il venir meno alla licenza originaria e a tutti gli effetti un atto di pirateria informatica (ma il fatto che tale software non genererebbe guadagni e il mancato interesse degli aventi diritto, rende tale pratica tollerata). L'unico modo di modificare, distribuire ecc. software resta una esplicita volontà degli aventi diritto che tale software diventi software libero (o comunque, con una licenza permissiva)


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

FONTI:

Wikipedia: Licenze Proprietarie

<< Precedente Prossimo >>
A proposito dell'autore

Basi di C, HTML e Assembler per microprocessori.