Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
Guida Pascal - La struttura principale di un programma Pascal

Guida Pascal

Capitolo 2° - La struttura principale di un programma Pascal

<< Precedente Prossimo >>
Intestazione
Un programma scritto in Pascal deve avere delle parti essenziali per il suo funzionamento. Ognuna di queste parti contiene istruzioni particolari. L'intestazione, in particolare è una delle parti più importanti.
Vediamo un esempio dell'intestazione di un programma in Pascal:

program MioProgramma;


Allora: la parola program è una parola riservata che indica al compilatore il tipo di file prodotto in output. In particolare indica che una volta compilato, il sorgente dovrà essere un programma eseguibile. La parola 'MioProgramma' non è importante, ma ha un fine puramente descrittivo: infatti ha la funzione di ricordare al programmatore di che programma si tratta fornendone il titolo. Benchè non essenziale, dopo 'program' deve sempre essere dichiarato il nome del programma.

unit MiaUnita;


La parola riservata unit indica al compilatore che il prodotto in output sarà una libreria. Per ulteriori informazioni vedere la parte dedicata alla scrittura delle librerie.


Dichiarazione
In questa parte vengono definite le librerie, le variabili ed eventualmente le procedure e le funzioni.
La libreria essenziale e più usata si chiama crt.

Le variabili sono aree di memoria in cui sono posti valori numerici o di parole (stringhe). Esistono parecchi tipi di dati, qui cè lelenco completo dei più conosciuti:
Byte = occupa 1 byte e può assumere valori da 0 a 255;
Shortint = occupa 2 bytes e può assumere valori da -128 a 127;
Word = occupa 2 bytes e può assumere valori da 0 a 65535;
Integer = occupa 2 bytes e può assumere valori da -32768 a 32767;
Longint = occupa 4 bytes e può assumere valori da -2147483648 a 2147483647;
Real = occupa 6 bytes e può assumere valori da -2,9e+39 a 1,7e+38 (11-12 cifre decimali);
Boolean = occupa 1 bit e può assumere due valori, true o false;
Char = occupa 1 byte e può assumere il valore di un carattere;
String = occupa un numero variabile di bytes (minimo 10), che varia a seconda della sua lunghezza.  Può contenere sequenze di caratteri (frasi);
Text = serve per modificare i file (assume valori solo tramite la procedura assign).

Un esempio di dichiarazione:
uses crt;
var carattere:char;
    numero:integer;


La parola riservata uses indica al compilatore quali libreria includere, mentre la prola riservata var indica al compilatore che dopo di essa si comincerà a dichiarare delle variabili, quindi di tenersi pronto per allocare della memoria (ossia disporre un pezzo della memoria RAM per le variabili).


Esecuzione
In questa parte viene definito il programma principale, usando istruzioni ed operazioni particolari.
<< Precedente Prossimo >>
A proposito dell'autore

Programmatore e analista .NET 2005/2008/2010 (in particolare C# e VB.NET), anche nell'implementazione Mono per Linux. Conoscenze approfondite di Pascal, PHP, XML, HTML 4.01/5, CSS 2.1/3, Javascript (e jQuery). Conoscenze buone di C, LUA, GML, Ruby, XNA, AJAX e Assembly 68000. Competenze basilari di C++, SQL, Hlsl, Java.