Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
Guida Pascal - Introduzione alla programmazione

Guida Pascal

Capitolo 1° - Introduzione alla programmazione

Prossimo >>
Linguaggio di programmazione
Noi usiamo un linguaggio per comunicare: litaliano, linglese, il francese, il tedesco ecc... Lo sfruttiamo per esprimere i nostri pensieri ad altri esseri umani che lo comprendono, cioè comunichiamo con loro. Il linguaggio di programmazione non è altro che la lingua con cui il programmatore comunica con il computer e gli da istruzioni. Come ogni altra lingua, esso dispone di regole per la sintassi, di parole e di potenzialità che altri non possiedono. Vedremo di capire, con uno sguardo dinsieme la sintassi e le regole del linguaggio Pascal.


Termini specifici
Prima di iniziare la guida vera e propria è doveroso dare una piccola descrizione di alcuni termini usati nel suo corso che non tutti magari conoscono:

File: area di memoria contenente dati;

Estensione: è il tipo di file. Infatti un file di testo, non è la stessa cosa di un file musicale. Lestensione è la sigla che li contraddistingue, che di solito è formata da 3 lettere dopo un punto alla fine del nome. Per visualizzare le estensioni dei file, puoi scaricare il software freeware xp-AntiSpy. Spesso, però, quando il computer non riconosce un tipo di file, appare la sua sigla sotto il nome. Per avere sottomano una tabella con le estensioni principali, puoi scaricare da questo sito 'Guida alle estensioni', nella sezione Appunti, sottosezione Pascal;

Codice sorgente o sorgente: è il file in cui viene scritto il programma con un linguaggio di programmazione;

Compilatore: è il software che converte le istruzioni contenute nel sorgente, sottoforma di testo, in un programma vero e proprio, unapplicazione in formato eseguibile (*.exe o altre volte anche *.com). Per compilare i tuoi programmi scritti in Pascal avrai bisogno di un compilatore adatto: puoi scarica da questo sito i compilatori Turbo Pascal 7.0 o Bloodshed DevPascal nella sezione Downloads, sottosezione Compilatori;

Parola riservata: di solito le parole riservate vengono evidenziate dal compilatore in modo differente rispetto alle altre. Infatti queste parola sono importanti perchè usate per definire delle istruzioni particolari. Pertanto il loro nome è inutilizzabile come variabile.

Libreria: insieme di metodi, istruzioni, operatori, variabili, costanti, classi, procedure o funczioni raccolte in un solo file, che può essere richiamato da un programma Pascal per usufruire delle operazioni che in esso sono descritte;

Implementazione: implementare una procedura o una funzione vuol dire definirne il corpo, ossia le istruzioni e le operazioni che la compongono e ne definiscono il funzionamento.


Per seguire questo corso
Siccome sarà utile che facciate degli esercizi su di ogni argomento è opportuno che scarichiate un compilatore Pascal. Potete scarice Turbo Pascal 7.0
(http://www.pierotofy.it/data/compilers/turbopascal7.zip) oppure Bloodshed DevPascal (http://www.pierotofy.it/data/compilers/devpas19.zip).
Tutti i codici sorgenti descritti in questa guida sono compilati usando un compilatore Turbo Pascal 7.0 e potrebbero essere incompatibili con alcune librerie del Bloodshed DevPascal.
Prossimo >>
A proposito dell'autore

Programmatore e analista .NET 2005/2008/2010 (in particolare C# e VB.NET), anche nell'implementazione Mono per Linux. Conoscenze approfondite di Pascal, PHP, XML, HTML 4.01/5, CSS 2.1/3, Javascript (e jQuery). Conoscenze buone di C, LUA, GML, Ruby, XNA, AJAX e Assembly 68000. Competenze basilari di C++, SQL, Hlsl, Java.