Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
C/C++ - Manuali, Guide, Libri base per il C
Forum - C/C++ - Manuali, Guide, Libri base per il C

Avatar
Steno94 (Normal User)
Rookie


Messaggi: 29
Iscritto: 09/07/2010

Segnala al moderatore
Postato alle 11:14
Mercoledì, 14/07/2010
Ciaoo a tutti...solo ora mi avvicino al C e a qualsiasi altro linguaggio di programmazione, volevo un consiglio su dei libri, manuali, guide per imparare bene le basi del C ora sto leggendo qst guida http://blacklight.gotdns.org/guidac.pdf scritta da "blacklight"...che ne pensate???Per i libri e manuali nn importa se cartaceo o on-line...basta k nn costi una marea di soldi:rofl: grz a tutti;)

Ultima modifica effettuata da Steno94 il 14/07/2010 alle 11:19


root@root:~# rm -rf /
PM Quote
Avatar
()
Newbie


Messaggi:
Iscritto:

Segnala al moderatore
Postato alle 12:03
Mercoledì, 14/07/2010
Gli ho dato un'occhiata veloce veloce e sembra buono per iniziare!.. puoi anche consultare questo libro che usiamo all'università

http://books.google.it/books?id=8qOzxsoGm5kC&printsec=fron ...

:k:

PM Quote
Avatar
Bonny (Member)
Expert


Messaggi: 435
Iscritto: 24/04/2009

Segnala al moderatore
Postato alle 12:03
Mercoledì, 14/07/2010
Io all'universita ho usato questo:

Corso completo di programmazione C
di H.M.Deitel,P.J.Deitel
Apogeo
costo: 35 euro

Ci sono molti esempi e spiegato bene.

Ultima modifica effettuata da Bonny il 14/07/2010 alle 12:07


Bonny
PM Quote
Avatar
BlueWay (Normal User)
Rookie


Messaggi: 49
Iscritto: 21/03/2010

Segnala al moderatore
Postato alle 14:01
Mercoledì, 14/07/2010
La guida di Fabio Manganiello (aka Blacklight, la cui guida è pubblicata a puntate su Hacker Journal) è ottima, molto chiara e concisa. Se vuoi apprendere quanto più possibile del C, il percorso è lungo.

Inizierei con una solida guida di riferimento. Ne ho lette un po, e questa mi è parsa la più facile e completa: http://www.catalogo.mcgraw-hill.it/catLibro.asp?item_id=2452

Passiamo poi ad uno studio delle API, onde permettere la realizzazione con principio funzionale di interfacce grafiche. Purtroppo quella che consiglio non è stata tradotta in italiano: http://www.charlespetzold.com/pw5/

In seguito, ti servirà conoscere la relazione transitoria tra programmazione funzionale e orientata agli oggetti, onde poter sviluppare applicazioni più moderne e versatili. Non esistono, che io sappia, libri riferiti a questo ambito, quindi ti consiglio questo PDF: http://www.planetpdf.com/codecuts/pdfs/ooc.pdf


PM Quote
Avatar
gio97 (Ex-Member)
Guru


Messaggi: 715
Iscritto: 25/04/2009

Segnala al moderatore
Postato alle 15:00
Mercoledì, 14/07/2010
Testo quotato

Postato originariamente da BlueWay:

La guida di Fabio Manganiello (aka Blacklight, la cui guida è pubblicata a puntate su Hacker Journal) è ottima, molto chiara e concisa. Se vuoi apprendere quanto più possibile del C, il percorso è lungo.

Inizierei con una solida guida di riferimento. Ne ho lette un po, e questa mi è parsa la più facile e completa: http://www.catalogo.mcgraw-hill.it/catLibro.asp?item_id=2452

Passiamo poi ad uno studio delle API, onde permettere la realizzazione con principio funzionale di interfacce grafiche. Purtroppo quella che consiglio non è stata tradotta in italiano: http://www.charlespetzold.com/pw5/

In seguito, ti servirà conoscere la relazione transitoria tra programmazione funzionale e orientata agli oggetti, onde poter sviluppare applicazioni più moderne e versatili. Non esistono, che io sappia, libri riferiti a questo ambito, quindi ti consiglio questo PDF: http://www.planetpdf.com/codecuts/pdfs/ooc.pdf



Mmm... l'unica cosa che poteva essere un libro ha il link sbagliato, quindi beh, devo dire che è tutto sbagliato: non impari praticamente nulla imparando dalle guide: danno molte cose per scontate, non approfondiscono i concetti particolarmente complicati per chi si avvicina alla programmazione, suppongono che si sappia già troppo. Quindi è SEMPRE meglio un BUON libro, e ce ne sono molti molti di più rispetto alle buone guide, che sono presenti in numero esiguo e probabilmente solo in inglese. Un buon libro per esempio è "C Corso completo di programmazione, Deitel & Deitel", che come dice il nome introduce alla programmazione essendo veramente molto completo.
Poi, "uno studio delle API" non vuol dire assolutamente nulla, ci sono un sacco di librerie, certamente migliori delle API di Windows, probabilmente multipiattaforma e più semplici, ma non è detto che gli servano.
Poi per il passaggio a dei linguaggi Object-Oriented, la cosa peggiore è la confusione che provoca una guida, molto meglio un altro BUON libro, sempre un Deitel & Deitel come "C++ Fondamenti di programmazione" o "Java Fondamenti di programmazione" introducono perfettamente l'OOP, particolarmente il primo.
Quindi lascia perdere le guide, non ti aiutano, creano solo confusione, e non impari nulla.

PS: Un'altra cosa presente nei libri e non nelle guide sono gli esercizi, particolarmente carini nei libri Deitel.

Ultima modifica effettuata da gio97 il 14/07/2010 alle 15:01


"Ditemi, sapete chi è... il ciaffo?"
"Questo essere trae origine da un arcaico lamer.
Tanto tempo fa, in una chat oscena oscena, il lamer f1192 si lamentava di non poter inserire le graffe, perché non aveva... IL CIAFFO"(L'uomo che sussurrava ai ciaffi)
PM Quote
Avatar
BlueWay (Normal User)
Rookie


Messaggi: 49
Iscritto: 21/03/2010

Segnala al moderatore
Postato alle 7:39
Giovedì, 15/07/2010
Testo quotato

Postato originariamente da gio97:

Mmm... l'unica cosa che poteva essere un libro ha il link sbagliato, quindi beh, devo dire che è tutto sbagliato: non impari praticamente nulla imparando dalle guide: danno molte cose per scontate, non approfondiscono i concetti particolarmente complicati per chi si avvicina alla programmazione, suppongono che si sappia già troppo. Quindi è SEMPRE meglio un BUON libro, e ce ne sono molti molti di più rispetto alle buone guide, che sono presenti in numero esiguo e probabilmente solo in inglese.



Che non impari nulla dalla guide, onestamente, non te lo posso confermare: io sto imparando più con le guide che con i libri...Che poi i libri siano concettualmente migliori, più chiari, più completi, è innegabile.


Testo quotato

Postato originariamente da gio97:
Un buon libro per esempio è "C Corso completo di programmazione, Deitel & Deitel", che come dice il nome introduce alla programmazione essendo veramente molto completo.



Se i nomi identificassero correttamente le cose, non ci sarebbe molto bisogno di discussioni come queste: ognuno di noi andrebbe a cercare i titoli più "rassicuranti" e li comprerebbe. Comunque, non cosiglierei mai un Deitel: mi risultano molto incompleti. Il corso di C che tu proponi, ad esempio, pecca in vari ambiti del linguaggio (al momento, non avendo sotto mano il libro, non posso specificare quali).


Testo quotato

Postato originariamente da gio97:
Poi, "uno studio delle API" non vuol dire assolutamente nulla, ci sono un sacco di librerie, certamente migliori delle API di Windows, probabilmente multipiattaforma e più semplici, ma non è detto che gli servano.


E siccome ci sono librerie più carine non deve studiare le API, che sono comunque alla basa di quasi tutte queste librerie?? La programmazione, a mio parere, deve essere uno studio completo (per quanto possibile in una disciplina in continua evoluzione), non limitato agli ambiti di interesse.

Testo quotato

Postato originariamente da gio97:
Poi per il passaggio a dei linguaggi Object-Oriented, la cosa peggiore è la confusione che provoca una guida, molto meglio un altro BUON libro, sempre un Deitel & Deitel come "C++ Fondamenti di programmazione" o "Java Fondamenti di programmazione" introducono perfettamente l'OOP, particolarmente il primo.
Quindi lascia perdere le guide, non ti aiutano, creano solo confusione, e non impari nulla.

PS: Un'altra cosa presente nei libri e non nelle guide sono gli esercizi, particolarmente carini nei libri Deitel.



Sospetto tu non abbia capito ciò che porponevo di studiare. Non volevo proporgli il passaggio ad un linguaggio OOP, volevo che imparasse come realizzare delle strutture simil-OOP in C. Inoltre, il Deitel sul C++ fa veramente schifo. Meglio l'opera di Stephen Prata, "C++ Primer", o l'opera di Andrew Koenig (che ha contribuito alla creazione del C++, quindi sicuramente ne sa qualcosa più degli altri), "Accelerated C++".
Per gli esercizi, ritengo che nei Deitel siano l'unica cosa decente.


PM Quote
Avatar
D@vide (Member)
Expert


Messaggi: 450
Iscritto: 30/06/2010

Segnala al moderatore
Postato alle 17:49
Domenica, 18/07/2010
Testo quotato

Postato originariamente da :

Mmm... l'unica cosa che poteva essere un libro ha il link sbagliato, quindi beh, devo dire che è tutto sbagliato: non impari praticamente nulla imparando dalle guide: danno molte cose per scontate, non approfondiscono i concetti particolarmente complicati per chi si avvicina alla programmazione, suppongono che si sappia già troppo. Quindi è SEMPRE meglio un BUON libro, e ce ne sono molti molti di più rispetto alle buone guide, che sono presenti in numero esiguo e probabilmente solo in inglese. Un buon libro per esempio è "C Corso completo di programmazione, Deitel & Deitel", che come dice il nome introduce alla programmazione essendo veramente molto completo.
Poi, "uno studio delle API" non vuol dire assolutamente nulla, ci sono un sacco di librerie, certamente migliori delle API di Windows, probabilmente multipiattaforma e più semplici, ma non è detto che gli servano.
Poi per il passaggio a dei linguaggi Object-Oriented, la cosa peggiore è la confusione che provoca una guida, molto meglio un altro BUON libro, sempre un Deitel & Deitel come "C++ Fondamenti di programmazione" o "Java Fondamenti di programmazione" introducono perfettamente l'OOP, particolarmente il primo.
Quindi lascia perdere le guide, non ti aiutano, creano solo confusione, e non impari nulla.

PS: Un'altra cosa presente nei libri e non nelle guide sono gli esercizi, particolarmente carini nei libri Deitel.


Non posso che quotare, non potrei dare una risposta migliore:k:

Testo quotato

Postato originariamente da gio97:
Comunque, non cosiglierei mai un Deitel: mi risultano molto incompleti.
Inoltre, il Deitel sul C++ fa veramente schifo.
o l'opera di Andrew Koenig (che ha contribuito alla creazione del C++, quindi sicuramente ne sa qualcosa più degli altri), "Accelerated C++".



Diciamoci la verità ho come l'impressione che non hai mai letto uno dei due libri ma parli per "sentito dire". Mi sono trovato molto bene con i libri della Delitel (soprattutto per C++) e vorrei proprio sapere quale parte del linguaggio credi sia spiegata male o addirittura tralasciata.
Per quanto riguarda Andrew Koenig, diciamocela tutta non è il massimo nello scrivere libri8-|
Scusate se ho riaperto la discussione con parecchi giorni dalla sua apertura ma siccome giò in questo periodo non è presente mi è sembrato giusto controbattere.

PM Quote
Avatar
BlueWay (Normal User)
Rookie


Messaggi: 49
Iscritto: 21/03/2010

Segnala al moderatore
Postato alle 8:58
Martedì, 20/07/2010
Testo quotato


Diciamoci la verità ho come l'impressione che non hai mai letto uno dei due libri ma parli per "sentito dire". Mi sono trovato molto bene con i libri della Delitel (soprattutto per C++) e vorrei proprio sapere quale parte del linguaggio credi sia spiegata male o addirittura tralasciata.
Per quanto riguarda Andrew Koenig, diciamocela tutta non è il massimo nello scrivere libri8-|
Scusate se ho riaperto la discussione con parecchi giorni dalla sua apertura ma siccome giò in questo periodo non è presente mi è sembrato giusto controbattere.



I Deitel sul C++ li ho letti entrambi (basi e programmazione avanzata), sul C, vista la precedente esperienza, ho preferito affidarmi a un testo consigliatomi da un informatico di lunga esperienza; quindi su una cosa hai ragione: il Deitel sul C lo giudico per interposta persona. Per farti un esempio di incompletezza, i template sono trattati in maniera incomprensibile (incomprensibile per uno che, prima, li ha capiti leggendoli dallo Stroustrup, che non è certo un manuale per neofiti come invece il Deitel dovrebbe essere).

Parlando di Koenig, il suo libro l'ho molto apprezzato, per il semplice fatto che non si perde nelle spiegazioni di cose inutili o comunque poco utilizzate dai neofiti, parte subito a spiegare le basi della scrittura effettiva di un programma. Questa sua spiegazione è molto aiutata dal suo essere tuttora parte del progetto C++. Comunque, se proprio Koenig non ti piace, abbiamo il più "convenzionale" Stephen Prata, e il suo "C++ Primer plus", che risulta molto più semplice e altrettanto esplicativo rispetto al libro di Koenig. E se ancora hai problemi con Prata, possiamo passare a "C++, manuale di programmazione orientata agli oggetti" di Marino delle Puppa, ben recensito anche da un utente di Pierotofy (quindi non sono l'unico qui a considerarlo decente)

Ultima modifica effettuata da BlueWay il 20/07/2010 alle 9:08


PM Quote