Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
C# / VB.NET - [C#] WPF versus Windows Forms
Forum - C# / VB.NET - [C#] WPF versus Windows Forms

Avatar
Il Totem (Admin)
Guru^2


Messaggi: 3635
Iscritto: 24/01/2006

Segnala al moderatore
Postato alle 17:26
Giovedì, 03/12/2009
Continua da:

Testo quotato

Postato originariamente da Gianluca87:

Testo quotato

Postato originariamente da Il Totem:

Testo quotato

Postato originariamente da Gianluca87:

Testo quotato

Postato originariamente da Il Totem:

WPF non è proprio intuitivo e cambia molte delle comuni regole, oltre a sostituire tutti i controlli con dei cloni che non presentano spesso gli stessi membri. Se devi usarlo solo tu, è molto più conveniente creare una comunissima applicazione Windwos Forms e documentarti sulla DataGridView (troverai un migliaio di esempi su google).

Con la DataGridView, poi, non è necessario tutto quell'artifizio di spostare la textbox per immettere dati, poiché l'input viene gestito automaticamente.


@ Totem :
ma che stai a dì?
sono 2 cose totalmente diverse windows application e wpf è circa lo stesso abisso che c'è tra VB6 e VB.net...non è intuitivo come non lo è vb.net se non lo studi...



Suppongo che tu non abbia neanche letto cos'ho scritto, vero?
Poi ti ricordo che VB6 e VB.NET sono due linguaggi di programmazione, mentre WPF e Windows Forms sono due tecnologie, basate sullo stesso Framework.
Ed infatti, non c'è convenienza ad usare WPF per scrivere una applicazione amatoriale che debba usare solo lui se questo comporta complicarsi la vita con i nuovi oggetti. Meglio puntare al tradizionale, per il quale si possono reperire molti più esempi e tutorials.

Ricorda, contraddire Il Totem non è tanto facile :heehee:


mo ci provo :rotfl:
eh no totem... la base degli oggetti è diversa... è sbagliata come definizione...le classi usate da WPF e windows application sono diverse... fano parte sempre dello stesso insieme (Framework 3.5) ma sono oggetti diversi...
la convenienza sta nel fatto di imparare a usare una nuova tecnologia che da maggiori possibilità di sviluppo...seguendo l'onda del discorso dovresti dire che è meglio VB6 rispetto a .net no?
forse l'unica cosa su cui non sono assolutamente daccordo è il "puntare al tradizionale"...senza sperimentazione non ci sarebbe progresso...in qualsiasi contesto...
come la natura di questo discorso...sono un contestatore nato amo il conflitto e la competizione...senza di essi saremmo rimasti organismi monocellulari no?(non vuol dire "con un cellulare solo") :D
molte volte passo per il polemico rompi scatole di turno questo lo so bene...ma quando dico qualcosa cerco di essere il più preciso possibile...molte volte sbaglio...non sono infallibile...per ora... 8-)



"eh no totem... la base degli oggetti è diversa... è sbagliata come definizione...le classi usate da WPF e windows application sono diverse... fano parte sempre dello stesso insieme (Framework 3.5) ma sono oggetti diversi..."

Esattamente quello che ho detto: leggi bene le parti in grassetto.
Sei tu che hai paragonato VB6/VB.NET a WindowsForms/WPF: linguaggi e tecnologie sono cose diverse.

"la convenienza sta nel fatto di imparare a usare una nuova tecnologia che da maggiori possibilità di sviluppo...seguendo l'onda del discorso dovresti dire che è meglio VB6 rispetto a .net no?
forse l'unica cosa su cui non sono assolutamente daccordo è il "puntare al tradizionale"...senza sperimentazione non ci sarebbe progresso...in qualsiasi contesto...
come la natura di questo discorso...sono un contestatore nato amo il conflitto e la competizione...senza di essi saremmo rimasti organismi monocellulari no?(non vuol dire "con un cellulare solo") :D"

Dipende. Almeno VB6 era veramente compilato, cosa che VB.NET non è. Cosa usare dipende da ciò che vuoi fare. In questo caso abbiamo:
- un'applicazione amatoriale, sviluppata da una persona con scarse conoscenze;
- un contesto di uso minimo (qualche persona, nello stesso ufficio).
Quindi, WPF è una tecnologia relativamente nuova, molto esigente in termini di risorse, basata su un linguaggio che comunque si deve conoscere. Un programma WPF vuoto consuma 30MB di RAM. Immaginane uno completo e per di più in collegamento con un database, che debba gestire dati temporanei: arriviamo senza problemi ai 100MB. Inoltre, lo sviluppatore deve imparare le basi del linguaggio, in più XAML (sematinca più che sintassi), e in più i controlli. Faccio presente che le risorse che si trovano in rete su WPF sono enormememnte inferiori a quelle disponibili per Windows Forms, il che implica una difficoltà di apprendimento maggiore.
Come se non bastasse, non mi sembra che WPF abbia avuto una così grande espansione (riferendosi solo al contesto di applicazioni in locali, dato che con silverlight ha riscosso più successo). In concreto, non è che siccome WPF è nuovo, tutti lo richiedono. Insomma, si parla sempre di applicazioni a finestre, solo che da una parte abbiamo Control e dall'altra UIElement. Se bisogna puntare all'efficienza, sicuramente non si punta su WPF, ma allora neanche al .NET (e neanche a Windows se vogliamo ben vedere).
Se quello che vuoi è un programma con un'interfaccia meravigliosa che ti fonde la GPU e si mangia mezza RAM, allora WPF è la scelta giusta :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:


"Infelici sono quelli che hanno tanto cervello da vedere la loro stupidità."
(Fligende Blatter)

"Dubitare di se stessi è il primo segno d'intelligenza."
(Ugo Ojetti)
PM Quote
Avatar
Thejuster (Member)
Guru^2


Messaggi: 1853
Iscritto: 04/05/2008

Segnala al moderatore
Postato alle 9:32
Venerdì, 04/12/2009
:-|


mi intrometto dicendo una piccola questione sul wpf

lo sto studiando.
Ho un applicazione Quasi completa. Animata e gestita   CPU 1%
dov'è il problema delle risorse? :-|

dipende da come viene strutturato un programma e come viene scritto.

anche una semplice applicazione winform se non gestita e scritta bene
con diverse operazioni e cicli può impallare la cpu.
l'utilizzo delle risorse non sta ad indicare nulla :yup:

Ultima modifica effettuata da Thejuster il 04/12/2009 alle 9:45


PM Quote
Avatar
Il Totem (Admin)
Guru^2


Messaggi: 3635
Iscritto: 24/01/2006

Segnala al moderatore
Postato alle 18:03
Venerdì, 04/12/2009
Cosa c'entra CPU con RAM occupata? Io poi ho scritto GPU, ma era un'iperbole, tanto per dire.

Ultima modifica effettuata da Il Totem il 04/12/2009 alle 18:04


"Infelici sono quelli che hanno tanto cervello da vedere la loro stupidità."
(Fligende Blatter)

"Dubitare di se stessi è il primo segno d'intelligenza."
(Ugo Ojetti)
PM Quote