Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicitÓ e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
C# / VB.NET - Condividere dati tra applicazioni
Forum - C# / VB.NET - Condividere dati tra applicazioni

Avatar
sps84 (Normal User)
Expert


Messaggi: 202
Iscritto: 11/02/2009

Segnala al moderatore
Postato alle 2:02
Martedý, 15/01/2013
Ciao a tutti, mi sto chiedendo se sia possibile condividere dati tra applicazioni senza l'utilizzo di database, file etc solo sfruttando la memoria del pc?


L'apprendista di C#...
PM Quote
Avatar
nessuno (Normal User)
Guru^2


Messaggi: 5702
Iscritto: 03/01/2010

Segnala al moderatore
Postato alle 10:12
Martedý, 15/01/2013
Tra applicazione diverse (quindi tra processi diversi) Ŕ possibile ma un pelino complesso e bisogna capire se la questione convenga o no.



Ricorda che nessuno Ŕ obbligato a risponderti e che nessuno Ŕ perfetto ...
---
Il grande studioso italiano Bruno de Finetti (uno dei padri fondatori del moderno Calcolo delle probabilitÓ) chiamava il gioco del Lotto Tassa sulla stupiditÓ.
PM Quote
Avatar
sps84 (Normal User)
Expert


Messaggi: 202
Iscritto: 11/02/2009

Segnala al moderatore
Postato alle 11:27
Martedý, 15/01/2013
In soldoni ho un vecchio portatile piccolo, al quale sono collegate delle schede elettroniche con i relativi programmi, ho giÓ implementato vari programmi su queste schede senza problemi. Mi piacerebbe che questi programmi espongano i propri metodi/proprieÓ come se fossero web service in modo da cresre un solo programma per gestire il tutto. In rete ho trovato esempi simili con microsoft robotics e sembra usi chiamate a WebService veri e propri...

esistono alternative?


L'apprendista di C#...
PM Quote
Avatar
nessuno (Normal User)
Guru^2


Messaggi: 5702
Iscritto: 03/01/2010

Segnala al moderatore
Postato alle 13:26
Martedý, 15/01/2013
Puoi modificare i tuoi programmi in modo che funzionino da server e ascoltino su una porta le richieste dei client.


Ricorda che nessuno Ŕ obbligato a risponderti e che nessuno Ŕ perfetto ...
---
Il grande studioso italiano Bruno de Finetti (uno dei padri fondatori del moderno Calcolo delle probabilitÓ) chiamava il gioco del Lotto Tassa sulla stupiditÓ.
PM Quote
Avatar
sps84 (Normal User)
Expert


Messaggi: 202
Iscritto: 11/02/2009

Segnala al moderatore
Postato alle 14:06
Martedý, 15/01/2013
Come prestazioni quale soluzione sarebbe la migliore?


L'apprendista di C#...
PM Quote
Avatar
nessuno (Normal User)
Guru^2


Messaggi: 5702
Iscritto: 03/01/2010

Segnala al moderatore
Postato alle 16:51
Giovedý, 17/01/2013
Prestazioni? PerchÚ, che problemi ci sono?

In ogni caso, un web service lavora in rete esattamente come farebbero i tuoi programmi se ascoltassero come dei server.

Ci sono anche altri strumenti (gestione messaggi, memoria condivisa) ma dipende tutto da come sono fatti i programmi in questione e da cosa bisogna scambiare (e con quale frequenza), quali sono gli "attori", quando e come possono avvenire gli scambi dati ... insomma, non si pu˛ dare una risposta precisa su quale sarebbe lo strumento migliore tra tutti quelli che permettono l' IPC


Ricorda che nessuno Ŕ obbligato a risponderti e che nessuno Ŕ perfetto ...
---
Il grande studioso italiano Bruno de Finetti (uno dei padri fondatori del moderno Calcolo delle probabilitÓ) chiamava il gioco del Lotto Tassa sulla stupiditÓ.
PM Quote
Avatar
sps84 (Normal User)
Expert


Messaggi: 202
Iscritto: 11/02/2009

Segnala al moderatore
Postato alle 20:44
Giovedý, 17/01/2013
La risposta deve essere istantanea possibilmente,se i ritardi ed i cicli di controllo fossero ridotti a 0 sarebbe perfetto


L'apprendista di C#...
PM Quote
Avatar
nessuno (Normal User)
Guru^2


Messaggi: 5702
Iscritto: 03/01/2010

Segnala al moderatore
Postato alle 21:52
Giovedý, 17/01/2013
"Istantanea" non vuol dire molto. E se le performance sono veramente cosý critiche allora il "vecchio portatile" non Ŕ indicato.

Comunque, con l'architettura client-server dovrebbe andare bene.


Ricorda che nessuno Ŕ obbligato a risponderti e che nessuno Ŕ perfetto ...
---
Il grande studioso italiano Bruno de Finetti (uno dei padri fondatori del moderno Calcolo delle probabilitÓ) chiamava il gioco del Lotto Tassa sulla stupiditÓ.
PM Quote
Avatar
sps84 (Normal User)
Expert


Messaggi: 202
Iscritto: 11/02/2009

Segnala al moderatore
Postato alle 0:35
Venerdý, 18/01/2013
Ok, grazie mille :-)


L'apprendista di C#...
PM Quote