Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per mostrare pubblicità e servizi in linea con il tuo account. Leggi l'informativa sui cookies.
Username: Password: oppure
Napolitano:
PieroTofy.it Blog Blog sulla programmazione

03 Dicembre 2009

  Napolitano: "Non andatevene"

"Possiamo far crescere il nostro Paese all'altezza delle conquiste delle società contemporanee più avanzate". Queste le parole del presidente della Repubblica in risposta alla lettera di Pier Luigi Celli che invitava suo figlio a lasciare l'Italia perche' "non è più un posto in cui sia possibile stare con orgoglio".

http://www.repubblica.it/interstitial/interstitial1802072.html

Voglio solo esprimere la mia amarezza per questo continuo blaterale e nulla fare; ho un cugino che si e' laureato con 30 e lode all'universita' di Pisa in astronomia, ora vive e lavora in Germania perche' in Italia non c'e' interesse per la ricerca nella sua area. Io ho scelto di studiare negli Stati Uniti perche' trovo che il livello di informatizzazione generale del nostro paese (e questo include anche molti professori che insegnano) e' terribile. Non vado neanche a parlare della copertura della banda larga. E non e' mia intenzione andare a parlare di tutti i problemi che abbiamo in questo paese.

Sono dell'idea che la generazione prima di noi ha lasciato un guazzabuglio. Il problema e' che questa generazione e' ancora al potere (guardiamo l'eta' media in parlamento). Come si fa a migliorare un paese se non si da spazio alla nuova generazione?

Nel frattempo si parla di non "fuggire", di possibilita' di migliorare, di spirito nazionale... bla bla bla.

C'avete lasciato un disastro... ora per favore fatevi da parte e lasciateci fare pulizia.

Postato da Piero Tofy alle 20:14 | Commenti ( 5 )

Aggiungi un commento

Inserisci il tuo commento qui
Esegui il login oppure registrati per inviare commenti
  • Deciso, adesso vado a LA e mi faccio una band skate punk u.u
  • Sono totalmente d'accordo sul fatto che chiedere a dei giovani laureati pieni di iniziative, voglia di fare ed idee, sia ridicolo chiedere di restare senza poi offrire possibilità concrete e magari 800 euro al mese. E' una cosa molto frustrante per un ragazzo che ha studiato anni per non vedersi riconosciuto nulla.
    Tuttavia questa è l'Italia, non dobbiamo tenercela cosi, ma non si può nemmeno sempre scappare.
    Sono molto soddisfatto dell'istruzione che ricevo al politecnico di Torino (che insieme a quello di milano è una delle migliori università in Europa, e si trova in Italia).
    Anche i professori che ho incontrato nella mia carriera erano preparati.
    Insomma i problemi ci sono, sono gravi e sono tanti, ma in Italia (e per l'Italia) si può ancora fare qualcosa.
  • Napolitano ha fatto il suo dovere ovvero ha cercato di contrastare ciò che aveva detto Pier Luigi Celli ma così ha peggiorato tutto...io personalmente non ho moltissimi anni di scuola sulle spalle ma posso dirvi come alcuni prof che ho incontrato sulla mia strada (di storia, geografia e inglese) erano a dir poco pessimi...
  • Non bisogna chiedere ai giovani di non andarsene, è patetico. Bisognerebbe provare a fare in modo che siano loro a non voler andarsene...